About Programma Workshop Partner highlights magazine incontra TMTV

EMIDIO CLEMENTI / STEFANO PILIA / WILLIAM BURROUGHS

📆 18 luglio
⏰ ore 21:00
📍 Le Serre dei Giardini, Via Castiglione 134, Bologna

Evento a cura di Sigaretten

La voce di Emidio Clementi, intrecciando le note di Stefano Pilia, leggerà Diari del ritiro, un racconto inedito in Italia di William Burroughs, estratto dal primo numero di HaHa, la rivista pubblicata da Sigaretten.

Pecora nera di una famiglia di ricchissimi industriali (suo nonno aveva realizzato la prima calcolatrice in grado di stampare uno scontrino), appassionato di armi da fuoco, impenitente utilizzatore di sostanze stupefacenti, scrittore geniale e molto altro, William Burroughs, all’inizio degli anni settanta, decide di ritirarsi a meditare in un centro del Vermont. Burroughs pratica la meditazione per ricavarne materiale per la sua scrittura e quindi chiede a Chogyam Trungpa Rinpoche, guida spirituale del centro, di poter portare con sé la macchina da scrivere. Gli viene risposto che questo avrebbe vanificato lo scopo stesso del ritiro e che qualunque cosa, anche la telepatia o i viaggi fuori dal corpo, rappresenta nient’altro che una distrazione, come il surf o il deltaplano. Comincia così il racconto, in forma di diario, del periodo che Burroughs trascorre chiuso in questo centro e leggendolo non si può che ripensare alla sua dichiarazione programmatica: se uno scrittore non si sforza di dilatare  la propria coscienza e quella dei suoi lettori, non combina molto.

ISCRIVITI PER PARTECIPARE
Ti chiediamo di iscriverti per facilitare l’organizzazione della serata e predisporre al meglio lo spazio per garantire a tutti e tutte una piacevole serata.

:: GLI OSPITI ::

 

🎤

EMIDIO CLEMENTI è scrittore e musicista. Con i Massimo Volume, di cui è voce, autore dei testi e bassista, ha pubblicato sette dischi. L’ultimo, Il Nuotatore (42Records), è uscito a febbraio 2019. Con il progetto El-Muniria, invece, ha pubblicato l’album Stanza 218 (Homesleep records, 2004) e con il nome Sorge, La guerra di domani per la Tempesta dischi. Con Corrado Nuccini ha realizzato tre dischi tratti da altrettante opere letterarie: Notturno americano (Santeria, 2015) su testi di Emanuel Carnevali; I Quattro quartetti di T.S. Eliot (42 Records, 2017) e Motel Chronicles di Sam Shepard (42 Records, 2023). Come scrittore ha esordito con la raccolta di racconti e poesie: Gara di Resistenza (Gamberetti editrice, 1997). Poi i romanzi: Il tempo di Prima (Derive Approdi editore, 2000); La notte del Pratello (Fazi editore, 2001); L’ultimo dio (Fazi editore, 2004); Matilde e i suoi tre padri (Rizzoli, 2009) e L’amante imperfetto (Playground/ Fandango, 2017). Del 2014 è la raccolta di racconti La ragione delle mani (Playground/ Fandango). Gli anni di Bruno è il suo ultimo libro (Playground, 2022) Da anni porta in scena reading poetici. È docente di Scrittura Creativa all’Accademia di Belle Arti di Bologna.

🎵

STEFANO PILIA è un chitarrista, bassista e compositore nato a Genova. Attualmente residente a Bologna città nella quale si è diplomato al conservatorio G.B Martini. Il suo lavoro prende corpo a partire dalla pratica esecutiva strumentale e attorno ai processi di registrazione e produzione. Attraverso l’indagine delle proprietà sinestetiche del suono, delle sue relazioni con lo spazio, il tempo e la memoria ha portato avanti una ricerca sempre tesa all’esperienza sonora come possibilità di indagine filosofica e creativa.

Oltre alla produzione solista, è tra i fondatori del gruppo 3/4HadBeenEliminated, sintesi tra improvvisazione, composizione elettroacustica e sensibilità avantrock. Suona con il quartetto psichedelico In Zaire, con David Grubbs e Andrea Belfi nel BGP trio, nel Sogno del Marinaio con il leggendario Mike Watt (minutemen) al basso, con Spiralis Aurea trio assieme ad Alessandra Novaga e ad Adrian Utley (portishead), in duo con John Duncan, in trio con Anthony Pateras e Riccardo La Foresta, in quintetto con la violinista Silvia Tarozzi. Dal 2008 al 2016 è stato parte dei Massimo Volume, dal 2012 chitarrista della stella del Mali Rokia Traoré e dal 2015 è parte degli Afterhours.

Collabora ed ha collaborato con artisti e musicisti come Katia e Marielle Labeque, Manuel Zurria, John Parish, Fire! Orchestra, David Tibet, ZU, Phill Niblock, Oliver Mann, Oren Ambarchi, Marina Rosenfeld, Valerio Tricoli, Claudio Rocchetti, Z’ev, Oliver Mann, Mick Turner, Starfuckers, Laura Agnusdei, Enrico Malatesta, Paolo Spaccamonti, Wu Ming, Angela Bullock, David Maranha, Gianluigi Toccafondo, Julia Kent e molti altri. Ha pubblicato oltre 40 lavori discografici con numerose etichette italiane ed estere e suonato in molti festival internazionali in Europa, Australia e Stati Uniti d’America.

Ingresso libero.